28 Giugno 2022
le interviste

ASSISTANT COACH PER VOCAZIONE

le interviste
15-02-2009 - Intervista a Stefano Picenni, assistant coach Under 17
Stefano Picenni è alla Virtus sin da quando è partita l´avventura delle giovanili (anno 2000) e in seno alla società ha assunto un ruolo ben definito: assistant coach, ad oltranza...
D: Cominciamo proprio dall´inizio: cosa ti ha avvicinato alla Virtus, all´epoca sconosciuta ai più?
R: Dopo una lunga pausa di inattività cestistica, nel 2000 ho saputo da amici che a Rivoltella un gruppo di coraggiosi aveva intrapreso una lodevole iniziativa per favorire lo sviluppo del basket a Desenzano. In questo ambito la cosa che mi ha più colpito è stata la prerogativa della Virtus di voler far crescere il basket desenzanese partendo dai ragazzini sin dalla più giovane età e quindi mi sono detto che forse, nel mio piccolo, avrei potuto dare il mio contributo.
D: Nei secoli fedele al tuo ruolo, anche se non fai il carabiniere... La domanda se la sono fatta tutti gli allenatori con i quali hai lavorato, vista la tua preparazione: ma perché non fai il "grande salto" e non alleni in proprio?
R: Purtroppo questa faccenda è legata alla prima occasione che ho avuto di conseguire il cosiddetto patentino da allenatore: per svariati contrattempi e vicissitudini vissute con chi allora organizzava il corso a Brescia, al termine dell´anno di corso frequentato regolarmente, non ho potuto partecipare all´esame finale. Da allora poi, soprattutto per motivi di tempo, non ho più avuto modo di ricominciare.
D: Ricapitolando: Oliviero, Daniele, per un breve periodo pure Luca, poi Alfredo, Matteo, Enrico e ora Antonio, sperando di non aver dimenticato qualcuno. Con chi di loro si è stabilito il feeling migliore? E per caso con qualcuno non andavi d´accordo?
R: Devo dire che in generale con tutti i coach "titolari" si è sempre stabilito un ottimo rapporto, forse perché io sono abituato a collaborare pienamente, cercando di apportare il mio contributo ma sempre nel pieno rispetto dei ruoli: in una squadra deve essere il coach a "comandare".
Ancora oggi vedo e sento con piacere allenatori con i quali ho "lavorato" in passato. Quest´anno collaboro, anche se per un tempo limitato, con Antonio TATONE e mi sembra di poter dire che anche con lui, con il quale ci conosciamo sin da quando ero io a far parte delle giovanili di una squadra (e con questo voglio dire chiaramente che sono io che sono invecchiato, non Tatone - scrivetelo altrimenti mi mena), c´è reciproca fiducia. Con lo stesso Enrico, coach della prima squadra, ancora oggi ci vediamo in occasione di alcune partite e ci scambiamo pareri e consigli.

D: Oltre che ottimo preparatore, sei anche maestro di diplomazia! Vediamo se ci riesci anche parlando della tua squadra attuale, l´Under 17... Come vedi questi ragazzi?
R: Devo dire che quando sono arrivato a fare i primi allenamenti ero un po´ pessimista in quanto vedevo la squadra, in generale, poco omogenea nel livello dei giocatori ma soprattutto i giocatori stessi erano poco propensi ad ascoltare quello che si diceva loro, francamente a volte con atteggiamenti molto fastidiosi. In questi ultimi tempi, e dopo aver svolto un buon lavoro tecnico sui movimenti di base e sulla meccanica di tiro, ho notato un bel miglioramento generale e, soprattutto, un miglioramento dell´attenzione quando si cerca di spiegare un esercizio: i risultati di questa accresciuta disponibilità sono arrivati con buone prestazioni sul campo.
D: Quest´anno hai ridotto il tuo impegno, limitandoti ad una sola giornata sul campo, anche se poi ti si vede spesso alle partite e non solo della tua squadra. Problemi di lavoro o un po´ di logica stanchezza, dopo tanti anni? La dirigenza trema all´idea di perderti...
R: Dopo qualche anno è logico che arrivi il momento di "tirare il fiato", anche per l´impegno generale (allenamenti, partite, trasferte) che implica disponibilità di tempo a livello familiare. In un primo momento, l´intenzione era quello di stare fermo del tutto; poi, vista la difficoltà della Virtus a coprire tutte le ore con gli eroici coach a disposizione, ho pensato di poter comunque dare una mano a Tatone, anche se con un solo allenamento.
Ringraziamo Stefano per la disponibilità ancora una volta dimostrata, e ci auguriamo di vederlo maturare la pensione alla Virtus!


scritto da la redazione di Dragons´ Magazine
i campionati
i campionati
i campionati
classifica alla 6° giornata
SQUADRA PT
logo SAN PIO XSAN PIO X12
logo VIRTUS DESENZANOVIRTUS DESENZANO6
logo PIZZIGHETTONEPIZZIGHETTONE4
logo CREMACREMA2
classifica alla 6° giornata
SQUADRA PT
logo LIONS BRESCIALIONS BRESCIA12
logo BASKET LUMEZZANEBASKET LUMEZZANE6
logo VIRTUS DESENZANOVIRTUS DESENZANO4
logo FRANCIACORTAFRANCIACORTA2

Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account